ALLENAMENTO: CAMPO O CAMPO PRATICA?

Cosa ci insegna la Formula 1

formula 1 e golf Proviamo ad immaginare il campo pratica come il "box" di un pilota di formula 1, e il percorso come la pista di un gran premio. Ebbene, il campo pratica dovrebbe essere considerato il box nel quale il pilota (o il giocatore di golf ) possa lavorare sul motore della propria macchina (lo swing) assieme al meccanico (il maestro). Un luogo in cui smontare, studiare e modificare la macchina prima di testarla in pista.

Analogamente in campo pratica, il giocatore di golf con il suo maestro dovrebbero studiare, correggere e modificare il proprio swing, per poi testarlo sul percorso.
Appare quindi chiaro che il campo pratica è il posto giusto dove eseguire delle correzioni tecniche sullo swing, approfittando della possibilità di eseguire un gran numero di colpi stando fermi sullo stesso posto.
Sparacchiare colpi a ripetizione senza porsi l'obiettivo di migliorare la propria tecnica è un allenamento improduttivo, e perfino dannoso, poichè si rischierebbe di sviluppare automatismi fondati sugli errori.

L'articolo continua dopo il banner
enertor

Il percorso sarà invece il posto giusto in cui mettere in pratica le correzioni tecniche individuate in campo pratica, ed in cui "guidare" la propria macchina, privilegiando la strategia di gioco, la scelta dei bastoni, la predisposizione mentale, piuttosto che sterili tecnicismi, inutili se non adeguatamente memorizzati e metabolizzati nel campo pratica.


Giocare sul percorso di gara, pensando troppo alle correzioni del vostro swing o tentando di correggerlo colpo dopo colpo, non è una scelta felice e sicuramente non vi aiuterà a vincere.

Autore: Guido Caneo
NON CI SONO ANCORA COMMENTI
batterie golf