SCOPRIAMO IL PILATES NEL GOLF

Ecco perchè il Pilates può aiutarvi a giocare meglio a golf

Né stretching, né yoga, e neppure una semplice ginnastica correttiva. Pilates, il metodo ideato da Joseph H. Pilates nel primo novecento per ritemprare il proprio fisico dai mali tipici di quei tempi come l’asma e il rachitismo, oggi torna in auge come novità per gli appassionati del fitness. In realtà la scuola di pensiero che ispirò Joseph Pilates, nato nel 1880 in Germania, nei pressi di Düsseldorf, era soltanto approssimativamente vicina all’odierna ginnastica correttiva per via della respirazione, degli obiettivi mirati a rinforzare e contestualmente proteggere il rachide dalle sollecitazioni derivate dagli sforzi e dalle posture quotidiane.

Le differenze infatti restano comunque notevoli: mentre la respirazione Pilates è di tipo toracico-laterale, nella correttiva si pratica la respirazione addominale o la diaframmatica.

L’inventore del metodo descrisse le strutture osteo-mio-articolari atte a proteggere la colonna, denominando tali strutture “POWER HOUSE”, cioè la casa del potere.

Tutti gli esercizi in questa tecnica hanno molteplici benefici, legati alla forza e al tono muscolare: i muscoli stabilizzatori sono sempre attivi, in connessione, per proteggere le vertebre; ed ogni movimento viene svolto in maniera fluida, ritmato dalla respirazione, e rispettando la capacità articolare per migliorarla.

L'articolo continua dopo il banner
putter golf
Autore: Guido Caneo
NON CI SONO ANCORA COMMENTI
occhiali da golf