REGOLE DEL GOLF

Definizioni illustrate

Le Definizioni sono riportate in ordine alfabetico e, nelle Regole stesse, i termini così definiti sono in corsivo.

Acqua occasionale

“Acqua occasionale" è qualsiasi ristagno temporaneo di acqua sul campo, che non si trovi entro un ostacolo d'acqua e che sia visibile prima o dopo che il giocatore abbia preso il suo stance. Neve e ghiaccio naturale, diversamente dalla brina, sono acqua occasionale o impedimenti sciolti a scelta del giocatore. ll ghiaccio prodotto artificialmente è un'ostruzione. La rugiada e la brina non sono acqua occasionale. Una palla è in acqua occasionale quando vi giace dentro o qualsiasi sua parte tocca l'acqua occasionale.

Addressarsi sulla palla

Un giocatore ha “ addressato la palla" quando ha appoggiato a terra il suo bastone immediatamente davanti o immediatamente dietro la palla, indipendentemente dal fatto che abbia preso o meno il suo stance.

Agente estraneo

ln match play, un “agente estraneo" è qualsiasi agente che non riguardi la parte del giocatore o dell'avversario, qualsiasi caddie di ambedue le parti, qualsiasi palla giocata da ambedue le parti alla buca che si sta giocando oppure qualsiasi equipaggiamento appartenente ad ambedue le parti. In stroke play, un agente estraneo è qualsiasi agente che non riguardi la parte del concorrente, qualsiasi caddie della parte, qualsiasi palla giocata dalla parte alla buca che si sta giocando oppure qualsiasi equipaggiamento della parte. Un agente estraneo comprende un arbitro, un marcatore, un osservatore e un forecaddie. Né il vento, né l'acqua sono un agente estraneo.

Animale scavatore

Un "animale scavatore” è un animale (diverso da un verme, insetto o simile) che fa una buca per abitarvi o ripararsi, quali un coniglio, una talpa, una marmotta, un citello o una salamandra. Nota: Una buca fatta da un animale non-scavatore, quale un cane, non è una condizione anormale del terreno se non è marcata o dichiarata come terreno in riparazione.

Arbitro

Un "arbitro" è una persona incaricata dal Comitato per decidere su questioni di fatto ed applicare le Regole. Egli deve intervenire per qualsiasi infrazione ad una Regola che osservi o che gli venga riferita. Un arbitro non dovrebbe custodire l'asta della bandiera, stare vicino alla buca o indicarne la posizione oppure alzare la palla o marcarne la posizione. Eccezione in match play: a meno che sia stato incaricato di accompagnare i giocatori per tutta la durata di un incontro, un arbitro non ha l'autorità di intervenire in un match, se non in relazione alla Regola l-3, 6-7, 33-7.

Area di partenza

L' “area di partenza" è l'area dalla quale si inizia il gioco della buca che si deve giocare. E' un'area rettangolare profonda due bastoni, delimitata frontalmente e lateralmente dai limiti esterni di due indicatori di partenza. Una palla è fuori dall'area di partenza quando si trova interamente al di fuori de|l'area di partenza.

Asta della bandiera

L' “asta della bandiera" è un indicatore verticale movibile, provvisto o meno della bandiera di stoffa o di altri accessori, piazzato al centro della buca per indicarne la posizione. L'asta della bandiera deve avere sezione trasversale circolare. Materiale da imbottitura o ammortizzante che potrebbe influenzare indebitamente il movimento della palla è vietato.

Avversario

Un "avversario" è un componente di una parte contro la quale la parte del giocatore gareggia in match play. 

La Buca

La “buca” deve avere un diametro di 108 mm (4 1/4 pollici) ed una profondità di almeno 101,6 mm (4 pollici). Se si fa uso di un rivestimento esso deve essere affondato in modo che il suo bordo superiore sia almeno 25,4 mm (1 pollice) al di sotto della superficie del putting green, a meno che la natura del terreno non lo consenta; il diametro esterno del rivestimento non deve superare 108 mm (4 1/4 pollici).

Bunker

  Un “bunker” è un ostacolo consistente in un’area preparata del terreno, spesso una depressione, dalla quale la superficie erbosa o la terra sono state rimosse e sostituite con della sabbia o del materiale simile.
Il terreno erboso circostante o all’interno di un bunker, incluse le sponde realizzate con zolle impilate (inerbite oppure in terra), non fa parte del bunker.
Una parete od un bordo del bunker non inerbiti sono parte del bunker.
Il margine di un bunker si estende verticalmente verso il basso,ma non verso l’alto.Una palla è in un bunker quando vi giace dentro o qualsiasi sua parte tocca il bunker.

Caddie

  Un “caddie” è una persona che assiste il giocatore in conformità con le Regole, il che può comprendere il trasportare e l’occuparsi dei bastoni del giocatore durante il gioco. Quando un caddie è impiegato da più di un giocatore, egli è sempre considerato il caddie del giocatore la cui palla è coinvolta e l’equipaggiamento da lui trasportato è considerato quello del giocatore suddetto, eccetto quando il caddie agisce dietro specifiche istruzioni di un altro giocatore, nel qual caso egli sarà considerato il caddie di quest’ultimo.

Il campo

Il “campo” è l’intera area all’interno dei limiti stabiliti dal Comitato
(vedere Regola 33-2).

Colpo

Un “colpo” è il movimento in avanti del bastone fatto con l’intenzione di colpire la palla e muoverla; ma se un giocatore controlla di proposito il proprio downswing, prima che la testa del bastone raggiunga la palla, egli non ha effettuato un colpo.

Colpo di penalità

  Un “colpo di penalità” è quello che deve essere aggiunto al punteggio di un giocatore o di una parte secondo alcune Regole. In gare threesome o foursome i colpi di penalità non alterano l’ordine di gioco.

Comitato

Il “Comitato” è l’autorità incaricata di dirigere la gara o, se la questione non sorge durante una gara, è il comitato responsabile del campo.

Compagno di gioco

Compagno di gioco Vedere“concorrente”.

Concorrente

Un “concorrente” è un giocatore in una gara a colpi [stroke play].
Un “compagno di gioco” è qualunque persona con la quale il concorrente gioca. Nessuno dei due è partner dell’altro.
In gioco a colpi [stroke play], foursome o four-ball, ove il contesto lo ammette, la definizione di “concorrente” o quella di “compagno di gioco” include anche il partner del giocatore.

Condizioni anormali del terreno

  Una “condizione anormale del terreno” è qualsiasi acqua occasionale, terreno in riparazione o una buca, terreno espulso o traccia di galleria sul campo fatti da un animale scavatore, un rettile o un uccello.

Consiglio


“Consiglio” è qualsiasi avvertimento o suggerimento che possa influenzare il giocatore nella condotta del suo gioco, nella scelta di un bastone o sul modo di effettuare un colpo. L’informazione sulle Regole o su cose di pubblico dominio, quali la posizione degli ostacoli o dell’asta della bandiera sul putting green, non è consiglio.

Deviazione accidentale

Una “deviazione accidentale” avviene quando una palla in movimento è accidentalmente deviata o fermata da qualsiasi agente estraneo (vedere Regola 19-1).

Equipaggiamento

“Equipaggiamento” è tutto ciò che è usato, indossato o trasportato dal giocatore o per suo conto, eccetto qualunque palla che egli abbia giocato alla buca che si sta giocando e qualunque piccolo oggetto, come una moneta o un tee, mentre sono usati per marcare la posizione di una palla o i limiti di un’area entro la quale una palla deve essere droppata. L’equipaggiamento include un carrello o un golf cart che siano motorizzati o meno. Se è condiviso da due o più giocatori, il cart e tutto ciò che vi è contenuto sono considerati equipaggiamento del giocatore la cui palla è coinvolta, eccetto quando il cart è mosso da uno dei giocatori che lo condividono, nel qual caso il cart e tutto ciò che vi è contenuto sono considerati equipaggiamento di quest’ultimo. NOTA: Una palla giocata alla buca che si sta giocando fa parte dell’equipaggiamento quando è stata alzata e non ancora rimessa in gioco

Forecaddie

Un “forecaddie” è una persona che viene impiegata dal Comitato per indicare ai giocatori la posizione delle palle durante il gioco. Egli è un agente estraneo.

Fuori limite

Il “fuori limite” è oltre i limiti del campo o qualsiasi parte del campo così marcata dal Comitato.Quando il fuori limite è definito da una recinzione o da paletti singoli, o è definito come oltre la recinzione o oltre i paletti, la linea del fuori limite è determinata dai punti interni più vicini dei pali della recinzione o dei paletti, presi a livello del terreno, esclusi i supporti angolati.
Oggetti che definiscono il fuori limite quali muri, recinzioni, paletti e cancellate non sono ostruzioni e sono considerati fissi. Quando il fuori limite è indicato da una linea sul terreno, la linea stessa è fuori limite. La linea del fuori limite si estende verticalmente verso l’alto ed il basso.
Una palla è fuori limite quando si trova interamente fuori limite.
Un giocatore può stare fuori limite per giocare una palla che si trova entro i limiti del campo.

L'articolo continua dopo il banner
putter golf

Giro convenzionale

Il “giro convenzionale” consiste nel giocare le buche del campo nella loro sequenza corretta, a meno che sia stato altrimenti disposto dal Comitato. Il numero delle buche in un giro convenzionale è di 18 buche, a meno che il Comitato abbia autorizzato un minor numero.
Circa l’estensione di un giro convenzionale in match-play, vedere la Regola 2-3

Impedimenti sciolti

  Sono“impedimenti sciolti” gli oggetti naturali, inclusi:
• pietre, foglie, ramoscelli, rami e simili,
• sterco, e
• vermi ed insetti ed il terreno espulso o ammucchiato da loro, sempre che essi non siano:
• fissi o vegetanti,
• solidamente infossati, oppure
• aderenti alla palla.
Sabbia e terreno sparso sono impedimenti sciolti sul putting green, ma non altrove.
Neve e ghiaccio naturale, diversamente dalla brina, sono acqua occasionale o impedimenti sciolti a scelta del giocatore. Rugiada e brina non sono impedimenti sciolti.

Incontri

Match-Play Singolo: Un incontro match-play in cui un giocatore gioca contro un altro.
Threesome: Un incontro match-play in cui un giocatore gioca contro altri due e ciascuna parte gioca una palla.
Foursome: Un incontro match-play in cui due giocatori giocano contro altri due e ciascuna parte gioca una palla.
Three-Ball: Un incontro match-play in cui tre giocatori giocano l’uno contro l’altro, giocando ciascuno la propria palla. Ogni giocatore gioca due incontri distinti.
Best-Ball (la miglior palla): Un incontro match-play in cui un giocatore gioca contro la miglior palla di due giocatori o la miglior palla di tre giocatori.
Four-Ball (quattro palle): Un incontro match-play in cui due giocatori giocano la loro miglior palla contro la miglior palla di altri due giocatori.

Linea di gioco

La “linea di gioco” è la direzione che il giocatore vorrebbe che la sua palla seguisse dopo aver giocato un colpo, più una ragionevole distanza su entrambi i lati della direzione scelta. La linea di gioco si estende dal terreno verticalmente verso l’alto, ma non oltre la buca.

Linea del putt

La “linea del putt” è la linea che il giocatore vorrebbe che la sua palla seguisse dopo aver giocato un colpo sul putting green. La linea del putt, eccetto quando si riferisce alla Regola 16-1e, include una ragionevole distanza su entrambi i lati della linea scelta. La linea del putt non si estende oltre la buca.

Marcatore

  Un “marcatore” è una persona incaricata dal Comitato di registrare il punteggio di un concorrente nel gioco a colpi [stroke play]. Può essere un compagno di gioco. Non è un arbitro.

Onore

Si dice che ha l’ “onore” il giocatore che deve giocare per primo dall’area di partenza.

Osservatore

  Un “osservatore” è una persona incaricata dal Comitato di assistere un arbitro nel decidere questioni di fatto e di riferirgli qualsiasi infrazione ad una Regola. Un osservatore non dovrebbe custodire l’asta della bandiera, stare vicino alla buca o indicarne la posizione, oppure alzare la palla o marcarne la posizione.

Ostacoli

Un “ostacolo” è qualunque bunker o ostacolo d’acqua.

Ostacolo d’acqua

  Un “ostacolo d’acqua” è qualsiasi mare, lago, stagno, fiume, ruscello, canale di scolo superficiale o un altro corso d’acqua scoperto (sia che contenga acqua o meno) e qualsiasi cosa di simile natura che si trovi sul campo. Tutto il terreno o l’acqua compresi entro il perimetro di un ostacolo d’acqua fanno parte dell’ostacolo d’acqua. Il margine di un ostacolo d’acqua si estende verticalmente verso l’alto e verso il basso. Paletti e linee che delimitano i margini di ostacoli d’acqua sono dentro agli ostacoli. Tali paletti sono ostruzioni. Una palla è in ostacolo d’acqua quando vi giace dentro o qualsiasi sua parte tocca l’ostacolo d’acqua.
Nota 1: Paletti o linee usati per definire un ostacolo d’acqua devono essere gialli. Quando si usano sia paletti che linee per definire gli ostacoli d’acqua, i paletti identificano l’ostacolo e le linee delimitano il margine dell’ostacolo.
Nota 2: Il Comitato può emanare una Regola Locale per proibire il gioco da un’area ambientalmente protetta che è stata definita come ostacolo d’acqua

Ostacolo d’acqua laterale

  Un “ostacolo d’acqua laterale” è un ostacolo d’acqua o quella parte di un ostacolo d’acqua situato in modo che non è possibile, o è ritenuto problematico da parte del Comitato, droppare una palla dietro l’ostacolo d’acqua in accordo con la Regola 26-1b.
Quella parte di un ostacolo d’acqua che deve essere giocata come un ostacolo d’acqua laterale, dovrebbe essere marcata diversamente. Una palla è in ostacolo d’acqua laterale quando vi giace dentro o qualsiasi sua parte tocca l’ostacolo d’acqua laterale.
Nota 1: Paletti o linee usati per definire un ostacolo d’acqua laterale devono essere rossi. Quando si usano sia paletti e che linee per definire gli ostacoli d’acqua laterali, i paletti identificano l’ostacolo e le linee delimitano il margine dell’ostacolo.
Nota 2: Il Comitato può emanare una Regola Locale per proibire il gioco da un’area ambientalmente protetta che è stata definita come ostacolo d’acqua laterale.
Nota 3: Il Comitato può definire un “ostacolo d’acqua laterale” come “ostacolo d’acqua”.

Ostruzioni

Un’“ostruzione” è qualsiasi cosa artificiale, ivi incluse le superfici e lati artificiali di strade e sentieri ed il ghiaccio prodotto artificialmente, eccetto:
a. Gli oggetti che definiscono il fuori limite, quali muri, recinzioni, paletti e cancellate;
b. Qualsiasi parte di un oggetto artificiale e inamovibile la quale si trovi fuori limite;
c. Qualsiasi costruzione che il Comitato abbia dichiarato essere parte integrante del campo.
Un’ostruzione è un’ostruzione movibile se può essere mossa senza irragionevole sforzo, senza ritardare il gioco ingiustificatamente e senza causare danni. Altrimenti è un’ostruzione inamovibile.
Nota: Il Comitato può emanare una Regola Locale stabilendo che un’ostruzione movibile sia un’ostruzione inamovibile.

Palla imbucata

Una palla è “imbucata” quando è ferma entro il perimetro della buca ed è interamente sotto il bordo della buca stessa.

Palla in gioco

Una palla è “in gioco” non appena il giocatore ha effettuato un colpo dall’area di partenza. Essa rimane in gioco fino a quando è imbucata, a meno che sia persa, fuori limite o alzata, oppure sia stata sostituita con un’altra palla sia che tale sostituzione fosse permessa oppure no; una palla che ha così sostituito la palla originaria diventa la palla in gioco.
Se una palla è giocata fuori dai limiti dell’area di partenza quando il giocatore sta iniziando il gioco di una buca, oppure quando sta cercando di correggere questo errore, la palla non è “in gioco” e si applica la Regola 11-4 oppure 11-5. Altrimenti, la “palla in gioco” comprende una palla giocata da fuori dell’area di partenza quando il giocatore sceglie di, oppure deve, giocare il suo colpo successivo dall’area di partenza.
Eccezione in match-play: “Palla in gioco” comprende una palla giocata dal giocatore da fuori dei limiti dall’area di partenza, iniziando il gioco di una buca, se l’avversario non gli chiede di annullare il colpo come previsto dalla Regola 11-4a.

Palla mossa

  Una palla è considerata “mossa” se lascia la sua posizione e va a fermarsi in qualunque altro posto.

Palla persa

Una palla è considerata “persa” se:
a. non è trovata o identificata come propria dal giocatore entro cinque minuti dal momento in cui la parte del giocatore o uno dei loro caddies ne abbia iniziato la ricerca; o
b. il giocatore ha fatto un colpo con una palla sostitutiva; o
c. il giocatore ha fatto un colpo con una palla provvisoria dal posto dove è probabile che si trovi la palla originaria o da un punto più vicino alla buca di tale posto.
Il tempo impiegato per giocare una palla sbagliata non è considerato nei cinque minuti concessi per la ricerca.

Palla provvisoria

Una “palla provvisoria” è una palla giocata secondo la Regola 27-2 per una palla che possa essere persa al di fuori di un ostacolo d’acqua o che possa essere fuori limite

Palla sbagliata

Una “palla sbagliata” è qualunque palla eccetto le seguenti palle appartenenti al giocatore:
• palla in gioco,
• palla provvisoria, o
• una seconda palla giocata secondo la Regola 3-3 o la Regola 20-7c nel gioco a colpi [stroke play]; e comprende:
• un’altra palla appartenente al giocatore;
• una palla abbandonata, e
• la palla originaria del giocatore quando non è più in gioco.
Nota: Palla in gioco comprende anche una palla che ha sostituito la palla in gioco sia che tale sostituzione fosse permessa oppure no.

Palla sostitutiva

Una “palla sostitutiva” è una palla messa in gioco in sostituzione della palla originaria sia che quest’ultima fosse in gioco, persa, fuori limite od alzata.

Parte

  Una “parte” è un giocatore, oppure due o più giocatori, che siano partners.

Il vincitore è il giocatore che sommati i punti presi in ciascuna buca avrà totalizzato il maggior numero di punti. Ne consegue che a un minor numero di colpi effettuati corrisponde un maggior numero di punti conseguiti.

Partner

Un “partner” è un giocatore che gioca con un altro per la stessa parte.
In un incontro match-play threesome, foursome, best ball o four ball, ove il contesto lo ammette, la parola “giocatore” comprende il suo partner o i suoi partners.

Percorso

  Il “percorso” è l’intera area del campo esclusi:
a. L’area di partenza ed il putting green della buca che si sta giocando;
e
b. Tutti gli ostacoli sul campo.

Punto più vicino dove ovviare

Il “punto più vicino dove ovviare” è il punto di riferimento per evitare, senza penalità, l’interferenza con un’ostruzione inamovi bile (Regola 24-2), una condizione anormale del terreno (Regola 25-1) o un putting green sbagliato (Regola 25-3). E’ il punto sul campo più vicino a dove giace la palla:
(i) che non é più vicino alla buca; e
(ii) dove, se la palla ivi giacesse, non vi sarebbe interferenza con la condizione dalla quale si vuole ovviare, nell’eseguire il colpo che il giocatore avrebbe fatto dalla posizione originaria se la condizione non fosse stata lì.
Nota: Per determinare accuratamente il “punto più vicino dove ovviare”, il giocatore dovrebbe usare il bastone con il quale avrebbe fatto il suo colpo successivo se la condizione non fosse stata lì, simulando la posizione per l’address, la direzione di gioco e lo swing per quel tipo di colpo.

Putting Green

  Il “putting green” è quella parte di terreno, della buca che si sta giocando, appositamente preparata per il gioco con il putter oppure definita tale dal Comitato. Una palla è sul putting green quando qualsiasi sua parte tocca il putting green.

Putting Green sbagliato

  Un “putting green sbagliato” è qualsiasi putting green diverso da quello della buca che si sta giocando. A meno che sia stato diversamente stabilito dal Comitato, questo termine comprende un putting green di pratica o per approcci situato sul campo.

R&A

  R&A significa R&A Rules Limited.

Regola

Regola o Regole Il termine “Regola” comprende:
a. Le Regole del Golf e le loro interpretazioni contenute nelle Decisioni sulle Regole del Golf;
 b. Qualsiasi Condizione di Gara emanata dal Comitato secondo la Regola 33-1 e l’Appendice I;
c. Qualsiasi Regola Locale emanata dal Comitato secondo la Regola 33-8a e l’Appendice I;
d. Le specifiche riguardanti i bastoni e la palla riportate nelle Appendici II e III

Stance

.   Un giocatore ha preso lo “stance” quando ha piazzato i piedi per prepararsi al colpo ed effettuarlo

Tee

  Un “tee” è un oggetto progettato per tenere la palla sollevata dal terreno. Non deve essere più lungo di 101,6 mm (4 pollici) e non deve essere progettato o prodotto in modo che possa indicare la linea di gioco oppure influenzare il movimento della palla.

Terreno in riparazione

  “Terreno in riparazione” è qualsiasi parte del campo così marcata per ordine del Comitato o dichiarata tale da un suo rappresentante autorizzato. Comprende materiale accatastato per la rimozione e una buca scavata da un greenkeeper, anche se non marcate come terreno in riparazione.
Tutto il terreno e qualsiasi erba, cespuglio, albero o altra cosa vegetante che cresca all’interno del terreno in riparazione è parte del terreno in riparazione. Il margine del terreno in riparazione si estende verticalmente verso il basso, ma non verso l’alto. Paletti e linee che delimitano il terreno in riparazione sono dentro a detto terreno. Detti paletti sono ostruzioni.
Una palla è in terreno in riparazione quando vi giace dentro o qualsiasi sua parte tocca il terreno in riparazione.
Nota 1: Erba tagliata o altro materiale lasciato sul campo che siano stati abbandonati e per i quali non sia prevista la rimozione, non sono terreno in riparazione a meno che siano così marcati.
Nota 2: Il Comitato può emanare una Regola Locale per proibire il gioco dal terreno in riparazione o da un’area ambientalmente protetta marcata come terreno in riparazione.

Autore: Guido Caneo
5 COMMENTI PRESENTI
occhiali da golf