IL COLPO DAL BUNKER

Tutto quello che devi sapere per eseguire un corretto colpo dalla sabbia

il colpo dal bunker Non c’è dubbio, avrebbe detto Catalano in "Quelli della Notte": il colpo dal bunker è uno dei colpi più facili per i giocatori esperti, e più difficili per i dilettanti. Ma non abbiate timore, apprese alcune semplici indicazioni sarete in grado di uscire dalla sabbia con estrema semplicità.

Ma prima di iniziare a studiare la tecnica del colpo vi riportiamo una curiosità storica. I bunker erano delle grosse fosse che le pecore scavavano nel terreno per ripararsi dal forte vento spesso presente nei links scozzesi.

I golfisti utilizzavano queste fosse come ostacoli naturali dei loro fairway improvvisati, e oggi sono un elemento fondamentale per qualsiasi tracciato di golf.

E ora parliamo di tecnica e di come si esce dal bunker di sabbia: il colpo dal bunker è l’unico nel quale il giocatore non deve colpire direttamente la pallina, ma dovrà colpire la sabbia che, a sua volta, farà saltare la pallina. Di fatto, se il bastone arrivasse a diretto contatto con la pallina questa avrebbe una traiettoria troppo violenta e incontrollabile, per via della differente consistenza della sabbia rispetto all’erba.

deep bunker Ciò che forse induce in errore molti giocatori è il fatto di eseguire un movimento di ampiezza simile a quello che eseguirebbero se la loro pallina si trovasse sull’erba.

Ebbene, premesso che il bastone non dovrà colpire direttamente la pallina ma la sabbia, è evidente che il giocatore dovrà imprimere maggiore forza e quindi eseguire un movimento più ampio del solito.

Quale bastone utilizzare per uscire dal bunker?

Domanda banale, direte voi. Non troppo, rispondo.

Come vedremo meglio nelle prossime pagine, il bounce del vostro sand avrà l'importante compito di aiutarvi ad uscire dalla sabbia, ed è per questo motivo che i sand wedge hanno un bounce (se non sai cos'è il bounce ti rimando a questa spiegazione) e una suola molto generosa.

Ed è una buona abitudine quella di aprire di pochi gradi la faccia del bastone nel prendere posizione sulla palla: questo non lo facciamo per aumentare il loft del nostro sand (la sua apertura è già sufficiente) bensì per aumentare maggiormente la suola. Però così facendo aumentiamo anche il loft del bastone. Il risultato?

L'articolo continua dopo il banner
putter golf

I giocatori meno esperti e meno potenti non riusciranno ad imprimere alla palla la forza necessaria a farla arrivare sul green.

Dunque: usate il sand wedge per le uscite corte, quando la vostra pallina si trova a meno di 10 metri dal green, negli altri casi utilizzate un 52° o persino il pitching wedge, resterete sorpresi da quanto sia più facile raggiungere la bandiera, eseguendo un normalissimo swing e colpendo tanta sabbia.

Autore: Guido Caneo
5 COMMENTI PRESENTI
bputters