QUESTO È IL BASTONE CHE STA ENTRANDO NELLE SACCHE DEI PRO

img

I ferri lunghi sono i bastoni più difficili per i giocatori poco esperti e con poca potenza. Il motivo è semplice: la traiettoria è piuttosto tesa, è difficile far partire la pallina in aria con una buona altezza ed è altrettanto difficile farla atterrare con un angolo di atterraggio sufficientemente ripido da consentire alla pallina di arrestarsi in green in poco spazio. 

Questo è uno dei motivi per cui, diversi anni fa, le aziende hanno introdotto gli ibridi e, progressivamente eliminato i ferri lunghi. Oggi nei negozi è piuttosto difficile trovare dei ferri 1 o 2, ma anche il 3 e 4 stanno progressivamente scomparendo.

Gli ibridi hanno il vantaggio di avere una testa più larga rispetto al ferro, e quindi un centro di gravità più arretrato, e questo aiuta il giocatore nel lanciare la palla subito in aria. 

Da qualche tempo, però, c'è un nuovo bastone che sta entrando nelle sacche dei giocatori professionisti del Tour: il legno 7. Non si può considerare il legno 7 un nuovo bastone, infatti esisteva già negli anni 80, ma per lo più era utilizzato dai giocatori anziani e dalle donne, o in generale dai neofiti con poca forza ed abilità. Suona un pò strano quindi sapere che oggi un gran numero di giocatori del Tour (e tra questi alcuni tra i più potenti) usa regolarmente un legno 7 (qualcuno persino un legno 9) o lo inserisce in sacca quando il set up del percorso ne suggerisce il suo utilizzo. Tra i tour pro che hanno messo in sacca un legno 7 ci sono, tra gli altri:

  • Dustin Johnson
  • Cameron Smith
  • Patrick Cantlay
  • Victor Hovland
  • Xander Schauffele
  • Adam Scott
  • Matt Fitzpatrick
  • Max Homa
  • Bubba Watson

e poi ancora Lanto Griffin, Louis Oosthuizen, Ian Poulter, Tyrell Hatton, Jason Kokrak, Sebastian Munoz, Joaquin Niemann, Keith Mitchell, Chris Kirk, Correy Conners. Ma l'elenco potrebbe essere davvero lungo, considerato che questi sono solo i giocatori del Liv, Pga e Dp World Tour. Inutile dire che sul Legend Tour e nei tour femminili il legno 7 è presente nella maggior parte delle sacche.

Perché tutto questo successo?

Se è vero che l'ibrido è più facile del ferro perché la testa è più larga e il centro di gravità è più basso e arretrato, questo è altrettanto vero per un legno 7 rispetto ad un ibrido. La testa di un legno 7 è un pò più...

L'articolo continua dopo il banner

La testa di un legno 7 è un pò più piccola di quella di un legno 5, ma è più grande rispetto a quella di un ibrido. Una testa più larga aiuta il giocatore a colpire la pallina in centro, e i nuovi legni 7 permettono di sollevare la palla meglio rispetto agli ibridi anche quando la pallina si trova in rough o con un lie difficile. Anche in questo caso il merito è dovuto alla distribuzione dei pesi e, in parte, ai materiali utilizzati. Certo, i legni 7 di oggi non hanno nulla a che vedere con i vecchi legni degli anni 80, e probabilmente l'alto livello tecnologico di questi nuovi bastoni è stato il vero successo.

I nuovi legni 7 hanno la possibilità di regolare il loft e il face angle, e questo è un aspetto estremamente utile sia per assicurarsi la giusta distanza per colmare il gap tra gli altri bastoni in sacca, sia per aiutarci nel correggere qualche vizio nella traiettoria. Quando agiamo sulla regolazione per ridurre il loft del bastone, infatti, oltre a ridurre il loft si apre leggermente l'angolo della faccia (il face angle), mentre quando aumentiamo il loft contemporaneamente chiudiamo il face angle. Questa seconda opzione è utilissima a tutti i giocatori che soffrono di slice. Di fatto, avere un bastone con un face angle più chiuso incoraggia il giocatore a colpire più dall'interno e, nel lungo termine, a correggere lo slice. 

Tornando al riscontro positivo che il legno 7 sta avendo tra i giocatori dei tour, non si può non menzionare la tendenza dei percorsi ad essere sempre più lunghi e con green sempre più duri e veloci. Anche i giocatori più potenti (che non hanno difficoltà a spedire la palla in alto) sono alla ricerca di un bastone che li aiuti a stoppare la pallina in green quando effettuano colpi da lontano. E' evidente che il legno 7 è una ottima alternativa al ferro 3 o 4, che ha una inferiore capacità di arrestare la palla sui green duri. 

Prima ancora che il legno 7 iniziò ad essere utilizzato dai giocatori, molti di loro avevano iniziato a modificare il settaggio del loro legno 5 aprendone il loft, e di fatto portando il legno 5 ad avvicinarsi ad un legno 6 o 7. 

In definitiva, la maggior parte dei giocatori, specialmente i dilettanti meno esperti, dovrebbero sostituire i ferri lunghi con legni da fairway molto aperti, come il legno 7 o 9. 

Go to HOME
CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
NON CI SONO ANCORA COMMENTI