DRAW E FADE NEL DRIVER

Impariamo a giocare il driver con l'effetto

img

In questo articolo trattiamo un argomento di sicuro interesse per i giocatori esperti che desiderino migliorare la capacità di “manovrare” la pallina.

Il golfista esperto si trova spesso nella condizione di dover giocare una palla ad effetto, non solamente per "disegnare" il layout del fairway, ma in tutti quei casi in cui desidera contrastare o sfruttare il vento, o escludere dal gioco un lato della buca.

Anche i giocatori meno abili dovrebbero essere interessati a questo argomento: la maggior parte di loro ha problemi di slice, e conoscere la corretta tecnica di esecuzione di un colpo in draw è il primo passo per dire addio ai fuori limiti a destra.

In ogni caso, sapere che cosa genera un colpo in draw o in fade è il punto di partenza per migliorare il proprio gioco e correggere i propri difetti, qualunque essi siano.  In questa occasione vi spiegherò alcune preferenze da adottare e alcuni errori che non bisogna commettere.

fade e draw Saper eseguire una traiettoria volontaria si rivela prezioso soprattutto nelle situazioni di maggiore tensione, quando occorre mantenere un risultato, evitando di terminare con il tee shot nei pasticci. E' proprio quello che vediamo fare ai giocatori in televisione. Un esempio?

Buca 18. Ottimo score da difendere. Fuori limite a destra. In una simile situazione di gara, la sicurezza di evitare uno slice coincide con la certezza di portare a casa il risultato. E allora spostiamo l’attenzione sulle tecniche per dare effetto ai nostri driver, su come eseguire questo colpo in draw e in fade.

Come si eseguono

L'articolo continua dopo il banner

draw vs fade

Draw e fade, abbiamo detto, sono colpi “volontari” che hanno come caratteristica una traiettoria della pallina (destra-sinistra per il draw; sinistra-destra per il fade) che converge al bersaglio. Per eseguire un colpo con effetto, è indispensabile che la faccia del bastone punti più a destra del club path (traiettoria della testa del bastone) se si vuole far curvare la pallina a destra, oppure al contrario, che la faccia punti più a sinistra del club path se si vuole ottenere una traiettoria che curvi a sinistra. Con questa combinazione di fattori otteniamo un volo di palla su un asse inclinato, che appunto ne determinerà l'effetto laterale. Questo, naturalmente, a condizione che l'impatto con la palla avvenga al centro della faccia del bastone, in caso contrario avremo del gear effect a modificare la traiettoria.

Per eseguire un colpo in draw il corpo dovrà essere posizionato, in fase di address, più a destra dell'obiettivo, così da promuovere un club path su una linea interna-esterna rispetto alla linea dell'obiettivo. Al momento dell'impatto, la faccia del bastone dovrà essere più chiusa rispetto al club path, ma leggermente aperta rispetto all'obiettivo.

Per eseguire un fade, al contrario, bisognerà mirare con tutte le linee del corpo più a sinistra dell'obiettivo, per promuovere una traiettoria della testa del bastone outside-inside. La faccia del bastone, all'impatto, dovrà puntare più a destra rispetto al club path, ma dovrà essere più chiusa rispetto all'obiettivo.

Benché ci siano giocatori del Tour in grado di eseguire un draw e un fade con vari allineamenti, certamente quelli che vi ho appena indicato sono i più funzionali per ottenere il risultato.

Sulla base di queste indicazioni, andiamo adesso a vedere quali sono le “preferenze” che sarà opportuno adottare se desideriamo ottenere un effetto più pronunciato :

Grip forte e grip debole: cosa c'è di vero?

Per tanto tempo si è creduto che un grip "forte" (con tre/quattro nocche della mano sinistra visibile in posizione di partenza) fosse un accorgimento utile ad agevolare un colpo in draw. In realtà le ultime ricerche hanno evidenziato che non è così. Difatti, per eseguire un draw, all'impatto con la palla la faccia del bastone dovrà essere aperta rispetto all'obiettivo (ma chiusa rispetto al club path), e nessuna rotazione dei polsi o della faccia del bastone per chiuderla è necessaria e richiesta. 

esecuzione colpo in draw

La convinzione che ruotando i polsi e la mano destra durante l'impatto si aiuti la palla a curvare da destra a sinistra è falsa e provata dai radar doppler. Ciò che determina una curvatura in draw o push draw, è un impatto con la faccia del bastone più chiusa rispetto al club path, e se vogliamo che la nostra palla parta a destra per poi curvare in bandiera, la faccia del bastone all'impatto deve essere aperta rispetto al bersaglio. Il motivo è semplice: la direzione iniziale della pallina è determinata prevalentemente dalla direzione della faccia (in sostanza, dove mira la faccia all'impatto).

Ecco alcune indicazioni per eseguire un colpo da destra a sinistra:

  • Posiziona il tee più alto
  • allineati più a destra dell'obiettivo
  • esegui una completa rotazione di fianchi e spalle nel backswing
  • mantieni il polso sinistro piatto all'apice del backswing
  • colpisci forte dall'interno
  • preferisci un impatto sulla punta

e per il colpo da sinistra a destra:

  • Posiziona la palla su un tee molto basso
  • allineati più a sinistra dell'obiettivo
  • concentrati su un attraversamento della palla con le mani vicine al corpo
  • preferisci un impatto sul tacco

Tee alto e tee basso

altezza del teeI giocatori più abili sono in grado di generare un colpo in draw o in fade sia con il tee basso che con il tee alto. Il mio consiglio per generare un draw, è di preferire una posizione della palla con il tee un pò più alto, questo induce il giocatore a swingare con un club path più inside-out, conditio sine qua non per generare un draw funzionale e costante nel tempo.

Vice versa, per eseguire un fade o comunque una traiettoria della palla da sinistra a destra, sarà molto più corretto posizionare il tee basso. Questo vi indurrà a swingare molto più con traiettoria esterno-interna e a promuovere la traiettoria desiderata.

Come allenare il draw e il fade in campo pratica

Uno dei miei esercizi preferiti per allenare i colpi con traiettoria ad effetto, è quello di piantare nel terreno uno stick oppure uno shaft una decina di metri avanti al giocatore. Lo shaft piantato nel terreno simulerà la posizione di un albero posto una decina di metri di fronte a voi sulla esatta direzione palla - bersaglio. Dovrete aggirarlo con un colpo con effetto. Allenatevi quindi sia a far partire la palla a destra dello shaft per poi farla curvare verso sinistra che il contrario.

Con la pratica e l'esperienza sarete in grado di mettere in pratica alcuni dei miei consigli.

Anche se quello di dare l'effetto alla pallina vi sembra un obiettivo troppo grande per voi, sappiate che non è così. Il vero obiettivo non è quello di riuscire a giocare in campo (in gara) ogni colpo con un effetto voluto, come fanno i campioni, bensì quello di raggiungere una maggiore consapevolezza del proprio swing, migliorare la capacità di "sentire" il proprio movimento e le modifiche. Provare a far curvare la pallina da una parte e dall'altra è un allenamento utile che vi consiglio indipendentemente dal vostro livello di gioco.

Go to HOME
CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
NON CI SONO ANCORA COMMENTI