QUANTO COSTA GIOCARE A GOLF

Dall'iscrizione al Circolo alle lezioni: scopriamo quanto costa iniziare a giocare a golf.

Una volta che avrai scelto il Circolo, il Maestro e avrai quindi effettuato il tuo primo approccio al golf attraverso un corso promozionale per neofiti sarà giunto il momento di iniziare a pensare un po' più in grande e diventare un vero golfista. A questo punto vorrai sapere quanto costa giocare a golf, quanto costa l'iscrizione a un Circolo e quanto costano le lezioni.

quanto costa golf

Il Maestro ti avrà dato i primi rudimenti sul campo pratica e putting green, e tu avrai voglia di allenarti anche per conto tuo dopo le lezioni e, perché no, regalarti la tua prima sacca da golf.

Ma facciamo un passo alla volta. Per prima cosa, se vorrai frequentare un Circolo in modo autonomo dovrai almeno essere tesserato alla Federazione Italiana Golf: questa è la “conditio sine qua non” per poter fare attività golfistica in Italia. Senza la tessera federale, in Italia, quasi sempre ti è preclusa la possibilità di proseguire nel tuo percorso di apprendimento.

Per ottenere la tessera federale hai due possibilità:

  • Effettuare il "tesseramento libero" della Federgolf
  • Iscriverti a una struttura golfistica (Golf Club con percorso di gioco oppure campo pratica)

Vediamo entrambe le soluzioni nel dettaglio.

Il Tesseramento Libero

Il tesseramento libero è una novità recentemente introdotta dalla Federazione Italiana Golf per diffondere il gioco del golf in Italia. In effetti si tratta di una iniziativa che ha reso il golf molto più popolare. Come hai imparato nella pagina precedente, un requisito indispensabile per poter giocare a golf in Italia è proprio l'ottenimento della Tessera Federale, che prevede anche una copertura assicurativa.

Fino a qualche anno fa, per ottenere la tessera federale dovevi necessariamente abbonarti a un circolo. Oggi, fortunatamente, non è più così. Un neofita può aderire al “tesseramento libero” e acquistare la tessera federale direttamente presso una segreteria di golf club o in federazione online, corrispondendo la quota annua di 100 euro, con sconti per Juniores (20 euro) e per il primo anno di tesseramento (10 euro) e il gioco è fatto.

La tessera federale è annuale (da gennaio a dicembre), e per ottenerla occorre un documento d'identità e un certificato medico generico per attività ludica. Una volta tesserati, si ha diritto a frequentare i Circoli di Golf e campi pratica per effettuare lezioni o allenamenti.

Naturalmente i “tesserati liberi”, non essendo di fatto abbonati a un circolo, dovranno corrispondere al circolo che li ospita un “fee di accesso” giornaliero, che varia a seconda della struttura come vedremo più avanti.

I vantaggi del tesseramento libero sono molteplici:

  • Non devi necessariamente impegnarti nell'iscrizione a un Circolo
  • Giochi in qualsiasi Circolo pagando l'accesso giornaliero
  • Giochi ( e quindi paghi) solo le volte che hai tempo per farlo

Questa soluzione è molto utile se abiti lontano da un golf club, oppure pensi di non frequentare molto spesso un Circolo, per esempio non più di una volta a settimana.

La tassa d'ingresso (chiamata Green Fee) ha un costo variabile a seconda delle strutture che si utilizzano, della stagione, oppure del prestigio della struttura, un pò come avviene per hotels, ristoranti o centri sportivi. Per esempio, l'ingresso per allenarsi nel campo pratica, ha un costo variabile tra i 5 e i 20€, mentre l'ingresso per effettuare l'intero percorso di 18 buche ha un costo di circa 30/50€, ma può salire fino a 100/150€ e oltre se si tratta di un golf club molto prestigioso e in alta stagione.

Un neofita che inizia a giocare a golf, le prime volte si allenerà e farà lezione quasi solo sul campo pratica, dove insieme al proprio insegnante potrà imparare a far volare la palla e a prendere dimestichezza con il gioco. Più avanti dovrà confrontarsi con il campo vero e proprio. Si ma...più avanti quanto?

Dopo quanto tempo sarò in grado di giocare sul campo da golf?

Come abbiamo visto in precedenza, il primo obiettivo di un neo golfista è ottenere l'abilitazione che gli consenta di accedere al campo vero e proprio in tutta libertà.

Quanto tempo è necessario per ottenere l'abilitazione? Dipenderà da quante lezioni avrai fatto, da quanto sarai portato per il gioco ma anche (forse soprattutto) dalla tua passione. Generalmente dopo un ciclo di 10/15 lezioni si è in grado di iniziare a praticare in modo autonomo e, tipicamente, si è pronti ad ottenere l'abilitazione al campo.

Tuttavia, come in qualsiasi altra attività, il tempo dedicato, età e condizioni fisiche, e cadenza dell'esercizio, sono elementi che possono aumentare o ridurre i tempi di apprendimento, e certamente devono essere considerati. Il mio consiglio è quindi di calibrare il proprio obiettivo sulla base delle specifiche possibilità individuali, ma una quindicina o ventina di lezioni ben cadenzate, sono quasi sempre sufficienti per raggiungere il primo grande obiettivo: andare in campo.

In conclusione, come primo passo per diventare dei golfisti, non sei obbligato ad iscriverti a un Circolo, puoi aderire al “tesseramento libero” e pagare gli ingressi giornalieri di volta in volta. Se invece pensi di frequentare più spesso, utilizzando anche le altre strutture del Club, allora ti converrà effettuare da subito l'iscrizione a un Circolo o un campo pratica.

Facciamo due conti.

Se frequenti un campo, per esempio, 3 volte a settimana, usufruendo sia del campo pratica che del percorso di gioco, e supponiamo che il costo del green fee sia 40€ per ogni accesso, alla fine del mese avrai pagato quasi 500€. Ecco, in questo caso ti conviene senza dubbio fare una iscrizione annuale, anche perché, come neofita hai spesso accesso a tariffe molto agevolate. Se invece prevedi di frequentare il Circolo esclusivamente una volta a settimana, probabilmente effettuare il Tesseramento Libero e pagare gli ingressi come ospite sarà l'opzione da scegliere.

Ora andiamo a vedere quanto costa l'iscrizione a un Circolo.

L'articolo continua dopo il banner

Quanto costa iscriversi a un Circolo di golf?

Come abbiamo appreso, le strutture golfistiche si differenziano principalmente per i servizi che offrono. Esistono i Circoli di golf, i quali offrono generalmente un percorso di 18 buche ( a volte anche 27 o 36), i campi promozionali, con solo 9 buche, e i campi pratica.

I Circoli di Golf, oltre al percorso da 18 buche, offrono anche una accogliente Club House dotata di ristorante, bar, spogliatoi, piscina, sale sociali e campo pratica. Anche i Circoli Promozionali hanno spesso una Club House con servizi, ma in questo caso spesso si limitano a un piccolo spogliatoio, un campo pratica e un percorso di 9 buche.

I campi pratica, infine, sono strutture che non offrono un vero e proprio percorso di golf, ma solo le strutture necessarie all'allenamento (campo pratica, putting green e area per l'allenamento del gioco corto). Salvo rare eccezioni, si tratta di strutture dove prevalentemente si trascorre il tempo esercitandosi, e non ci sono molti spazi utili alla socializzazione e intrattenimento.

L'iscrizione a un circolo ha un prezzo molto variabile: dipende dalla qualità delle strutture, dal prestigio del suo percorso, dai servizi offerti. Alcuni Golf Club richiedono una "quota immobiliare" o "diritto di gioco" che si paga "una-tantum", cioè solo al momento di diventare membro del Circolo. Questa quota ha un prezzo che generalmente oscilla tra i 2000 e i 20.000 euro. Ma i Golf Club che richiedono la Quota azionaria per associarsi sono ormai sempre meno, anzi direi una rarità, perciò è una questione che vi riguarderà solo se pretendete da subito di frequentare uno dei pochi circoli estremamente esclusivi.

 La maggior parte dei Golf Club richiede esclusivamente una quota d'iscrizione (abbonamento) annua, come in una palestra o altra struttura sportiva. La quota annua ha un costo che varia tra i 1000 euro l'anno fino a circa 2500/3000 euro per i Circoli più importanti.

Potrete trovare strutture con costi più alti, anche di molto, se offrono più percorsi di gioco e uno standard qualitativo molto elevato. La quota di iscrizione a un Circolo da diritto a frequentare tutte le strutture del Circolo liberamente, senza limitazione. Se il Circolo dispone di strutture e servizi diversi (piscina, sala giochi, spogliatoi ecc.), anche questi, tipicamente, sono inclusi nella iscrizione annua. Inoltre, la maggior parte dei Circoli offre una quota di iscrizione molto vantaggiosa per i neofiti, che molte volte vale davvero la pena di considerare, soprattuto se pensi di frequentare il Circolo almeno 2/3 volte a settimana e sfruttare anche le strutture non golfistiche (piscina d'estate, ristorante ecc).

Contestualmente all' iscrizione al circolo dovrai versare la quota per la Tessera Federale obbligatoria, che include anche la copertura assicurativa.

Quanto costa iscriversi a un campo pratica?

Se decidi di iscriverti ad un campo pratica andrai a sostenere una spesa molto inferiore, ma rispetto a un Circolo tradizionale dovrai fare a meno del percorso di gioco e di altri servizi.

Generalmente l'iscrizione al campo pratica consente l'entrata libera alla struttura, ma dovrai pagare a parte le palline di allenamento, quelle che lanci dalle postazioni di tiro e che successivamente vengono recuperate dallo staff che si occuperà di inserirle nuovamente nel distributore automatico. Consideriamo che, in un'ora, il giocatore riuscirà a lanciare un cestino di palline (circa un centinaio di palline), che equivale solitamente a una spesa di 5/6 euro. Nessun costo viene invece applicato per l'allenamento sul putting green e l'area approcci.

Quanto costano le lezioni di golf?

Le tariffe relative alle lezioni di golf variano a seconda che tu decida di affidarti a un istruttore "assistente", o a un Maestro esperto. Ogni professionista decide il suo onorario in base a molti fattori: l'esperienza, la formazione, le tecnologie utilizzate, le competenze specifiche e il target a cui si propone. 

Il costo di una lezione di golf con un professionista "assistente" può aggirarsi sui 18/20€ per la lezione individuale di 30 minuti, mentre il costo di una lezione con un professionista con qualifica di Maestro oscilla tipicamente tra i 30 e i 40€. E' possibile acquistare degli abbonamenti di lezioni ad un costo più vantaggioso, e molti Maestri offrono tariffe agevolate per i neofiti e i bambini.

I costi delle lezioni di golf possono sembrarti alti in prima analisi, ma va considerato che il golf richiede uno sforzo iniziale maggiore rispetto ad altre attività, ma ciò che imparerai in quelle lezioni saranno fondamentali e utili per giocare a golf tutta la vita con delle basi corrette, proseguendo le lezioni solo se si desidera migliorare la propria abilità e svolgere attività agonistica.

Quante lezioni prendere e con quale frequenza?

Qualsiasi disciplina si voglia imparare, occorre tanto esercizio e la guida di un bravo istruttore. Il mio consiglio per ottenere una preparazione adeguata e delle solide basi per il futuro, è di investire i primissimi mesi in un percorso didattico di almeno 20/30 ore di lezione, per poi eventualmente ridurre le lezioni gradualmente.

Questo programma di lezioni è indicato soprattutto per chi desideri ottenere una formazione di base di ottima qualità, e beneficiarne per tutta la carriera golfistica.

Va tenuto conto che il gioco del golf è sostanzialmente composto da tre settori differenti: lo swing completo (quindi gioco dei legni e ferri), gli approcci (quindi gioco corto e bunker) e infine il putter (Il colpo finale per mandare la palla in buca). Ognuno di questi 3 settori è importante, e andrebbe allenato nella stessa misura. Questo significa che se fate una lezione di un'ora settimanale in campo pratica sul gioco lungo, la lezione successiva dovrà essere svolta nella zona approcci, e quella dopo nel putting green.

Una valida soluzione per chi può fare solo una lezione settimanale, è di dividere a metà la sessione tra gioco lungo e approcci e put.

In generale, i neofiti preferiscono effettuare le loro prime lezioni tirando palline in campo pratica, ma in realtà il gioco corto è propedeutico per imparare e migliorare più velocemente lo swing. Toglietevi pure qualche soddisfazione tirando “le bombe” con il driver, ma siate disciplinati nell'allenamento di put e approcci.

Prima di iniziare ad allenarvi in modo autonomo senza maestro, fate passare almeno 5 o meglio 10 lezioni. All'inizio, infatti, non si dispone di sufficiente esperienza per capire se si sta praticando con la corretta impostazione data dal Maestro, ed è facile rischiare di compromettere il miglioramento allenandosi nel modo sbagliato. Chiedete al Maestro di dirvi quando, secondo il suo parere, sarete in grado di iniziare a praticare da soli. Le prime sessioni di pratica in modo autonomo fatele appena terminata la lezione col Maestro, in questo caso sarete “freschi” dell'impostazione corretta e sarete facilitati nel proseguimento.

Go to HOME
CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
Accetta tutti i Cookie
Preferenze Cookie