10 ESERCIZI PER ALLENARE IL PUTTING IN CASA

Anche in salotto possiamo migliorare la tecnica del putting con 10 semplici esercizi

Coscienziosamente e diligentemente segregati in casa per ottemperare alle disposizioni contro la pandemia da Coronavirus, c'è chi si improvvisa chef o pizzaiolo e chi si da al giardinaggio. Ma nella testa di un golfista c'è solo una domanda: come posso allenarmi dentro casa?

Nei prossimi video e articoli vi insegnerò un metodo di lavoro che unisce tecnica e allenamento fisico che potete fare anche in casa. In questo articolo, invece, vi mostro come si può allenare il putting dentro casa sfruttando un semplice tappeto o moquette che abbiamo a disposizione, senza l'utilizzo di strumenti particolari. Con un pò di fantasia e adattamento, infatti, possiamo utilizzare tante cose che troviamo dentro casa e trasformarle in utili training aids. 

Cosa ci serve per allenare il putting dentro casa

Esistono in commercio un gran numero di tappeti da allenamento per il putting, alcuni sono molto buoni, altri sono troppo poco spessi e tendono ad arricciarsi facilmente. I tappeti per il putting migliori sono quelli lunghi dai 3 ai 6 metri, con la gomma antiscivolo posteriore e una consistenza tale da garantire l'assenza di grinze fastidiose. Personalmente non gradisco molto i tappeti con troppe linee, disegni e riferimenti visivi.

Ma è proprio necessario un tappeto specifico da golf per allenare il putting in casa? No, assolutamente.

Non tutti i tappeti comuni sono ideali per allenare il putting, poichè devono garantire un buon rotolamento della palla, perciò il tessuto non deve essere troppo alto e deve essere uniforme. Tuttavia, nei negozi di ferramenta e bricolage esistono svariati tipi di moquette che vengono venduti al metro, e che spesso sono una soluzione anche migliore ai tradizionali tappeti per il putting. Una striscia di moquette di 60 cm di larghezza e 3 o 4 metri di lunghezza è sufficiente per l'allestimento del vostro putting green in salotto e per fare tanti utili esercizi sul putt dentro casa.

Una alternativa alla moquette, è rappresentata dalle "passatoie", dei tappeti venduti al metro (solitamente di colore rosso) e che vengono utilizzati come camminamenti nelle cerimonie, eventi, feste ecc. Se non sono troppo sottili e il materiale è di buona qualità, questi tappeti possono essere una valida alternativa ai tradizionali tappeti per il putting, e hanno il vantaggio di costare molto poco. Con un pò di mano, inoltre, è possibile disegnare le linee che ci servono utilizzando un pennarello con colore ben visibile. Ecco che, con poca spesa, avremo realizzato il nostro splendido putting green da salotto. 

Miglioriamo la precisione

Iniziamo subito con un consiglio importante: mirate a qualcosa di piccolo, migliorete la precisione.

Nei putting green frequentati dai tour pro e nei tornei, si trova sempre una o due buche di dimensioni più piccole, in pratica appena più larga della pallina. Ai professionisti piace allenare il putting utilizzando una buca più piccola perchè ne conoscono i benefici.

buca piccola

Al posto della buca, quindi, possiamo utilizzare una moneta, una capsula da caffè, il tappo di una bottiglia di plastica o qualsiasi oggetto di dimensioni contenute. Se volete evitare che si muova quando viene colpito dalla palla, allora dovrete utilizzare qualcosa di piatto, come un mini-cd per esempio, oppure potrete ritagliare un coperchio di plastica di qualche confezione nella dispensa. 

 1 - Esercizio per allenare il ritmo nel putting

Il metronomo

Uno degli esercizi migliori per il putting da fare in casa è quello di utilizzare un metronomo per allenare la capacità di muovere il putter con il giusto ritmo e il giusto rapporto di velocità tra backswing e downswing. Se non avete già un metronomo, potrete scaricarne uno qualsiasi sul vostro telefono.

metronomo per allenare il putto

Tra i metronomi gratuiti scaricabili vi posso consigliare Metronomo Tempo Lite, uno dei più semplici da utilizzare, oppure Pro Metronome e Pulse. Una volta scaricato il vostro metronomo, impostatelo con tre battiti: il primo suono rappresenta il momento in cui dovete iniziare a muovere la testa del bastone nel backswing, il secondo suono è la fine del backswing, il terzo suono è la fine del movimento in avanti.

Adesso impostate la frquenza a 85 BPM (battiti per minuto). Considerate che il ritmo, come altre caratteristiche del putting, è personale, perciò 85 bpm potrebbe essere un ritmo perfetto per alcuni giocatori, ma troppo lento per altri. Questo significa che dovrete capire quale sia il ritmo giusto per voi, sperimentando e provando il range che va da 80bpm a 95bpm. Nella maggior parte dei casi, 85bpm è quello che soddisfa il maggior numero di giocatori. 

A questo punto eseguite alcuni swing facendovi guidare dal suono del metronomo, successivamente, spegnetelo e continuate ad allenarvi cercando di ripetere il ritmo acquisito.

2 - Esercizio per colpire la palla al centro

Sweet Spot

Tutti sappiamo quanto sia importante colpire la pallina al centro della faccia del bastone con i ferri e i legni, ma nel putter? Anche!
Colpire la pallina fuori dal centro della faccia del bastone non solo devierà la pallina dalla direzione corretta ma nei putt lunghi farà rotolare la pallina meno del previsto. 

center spot

Ecco allora due esercizi semplici per allenare la capacità di colpire la palla al centro del putt. Prendiamo due filtrini, quelli che si mettono sotto le gambe dei tavoli o delle sedie e attacchiamoli sulla faccia del bastone, esattamente ai lati di dove idealmente vorremmo colpire la pallina, lasciando pochi centimetri di tolleranza. Quando colpiremo la pallina fuori centro il feltrino ci restituirà un suono più sordo rispetto a quello normale ottenuto colpendo la palla in centro. 

Se non abbiamo in casa dei feltrini, possiamo utilizzare due elastici, oppure possiamo fissare con lo scotch  due tee o altri piccoli oggetti.

Un altro semplice esercizio per allenare la capacità di colpire la palla al centro, è quello di posizionare due piccoli oggetti in corrispondenza del tacco e della punta del nostro putter. Lasciate qualche centimetro di spazio tra la testa del putter e gli oggetti, e allenatevi a colpire la palla con decisione ma evitando di colpire i due ingombri laterali.

L'articolo continua dopo il banner

3 - Esercizio per allenare il track del putter

Il binario

templatePosizioniamo due bacchette di legno, o qualcosa di simile (io ho utilizzato due fascette per legare i cavi) per terra in modo da formare un binario, con una larghezza appena superiore a quella del vostro putter. 

Questi due ingombri serviranno a indicarci quale sia il corretto percorso che la testa del putter dovrà fare nel backswing e nel downswing, però attenzione: tenete conto che la testa del nostro putter non dovrà muoversi indietro e avanti in modo perfettamente rettilineo, ma disegnerà una leggera curva. Questo è dovuto alla struttura del putter con la canna che ha una inclinazione di circa 70 gradi. Lasciate quindi che il vostro putter disegni una leggera curva naturale e non "forzatelo" a un movimento perfettamente lineare.

4 - Esercizio per allenare il controllo della faccia del putter

Il muro

esercizio per impattoPer allenare la capacità di colpire la palla con la faccia del bastone dritta e con solidità possiamo utilizzare un libro, meglio se pesante. 
Lo posizioniamo per terra e ci concentriamo sul colpire il libro facendo aderire tutta la faccia del bastone contemporaneamente sul libro, spingendolo appena in avanti in modo lineare e colpendo con solidità. Questo drill ci permetterà di imparare a colpire con la faccia square, ma ci aiuterà anche ad arrivare all'impatto con mani e testa del putter perfettamente allineati.

5 - Esercizio per allenare il profilo di accelerazione

Hit & stop

esercizio accelerazione puttPer una corretta tecnica del putting, la testa del bastone dovrebbe colpire la pallina con una velocità costante e non in accelerazione. Per allenare questo aspetto, ecco un semplice esercizio: trovate dentro casa una bacchetta di legno (ad esempio quella dei profumatori)  una riga o qualcosa di simile e posizionatelo sopra due piccoli oggetti e sollevata da terra quanto basta per far passare la palla sotto.

Posizionatevi con la pallina a circa 30 cm di distanza dalla bacchetta e praticate cercando di colpire la pallina in modo solido, ma fermando la testa del putter prima che questa colpisca la bacchetta e la faccia cadere. 

6 - Esercizio per simulare le pendenze

Slop

esercizio del dossoPossiamo allenarci simulando le pendenze dei green utilizzando uno straccio o un altro oggetto e posizionandolo sotto il nostro tappeto, in modo da creare una sorta di collinetta. Adesso possiamo allenarci colpendo la pallina con più o meno intensità in modo da superare la collinetta oppure fermare la palla appena prima. 

Possiamo inoltre simulare i put in pendenza destra-sinistra o sinistra-destra utilizzando anche questa volta uno straccio per rialzare il tappeto ma questa volta posizionandolo lateralmente, in modo da sollevare solo un lato. 

7 - Esercizio per allenare il controllo della forza nei put lunghi

Lo scivolo

esercizio dello scivoloQuesto esercizio è eccezionale per allenare il controllo della forza dei putt lunghi, ma anche per lanciare delle divertenti sfide con i propri familiari. Sollevate la parte finale del tappeto utilizzando un altro piccolo tappeto o uno straccio arrotolato, così da creare una sorta di scivolo. Adesso potremmo allenarci o sfidare gli altri a chi riesce a sfruttare meglio la pendenza verticale dello scivolo per far tornare di più indietro la pallina.

8 - Esercizio per il controllo della forza nei putt medi

Il metronomo

esercizio per il paceQuesto è un altro esercizio per allenare la capacità di dosare la forza nel putting, ma questa volta destinato ai putt medio corti. Posizioniamo delle monete o capsule da caffè ( o qualsiasi altro riferimento) a circa 30cm di distanza uno dall'altro e per tutta la lunghezza del nostro tappeto. Partendo dal target più lontano, dobbiamo cercare di colpire la pallina e posizionarla il più possibile all'altezza del target, continuiamo progressivamente con i target più vicini a noi. 

Una seconda opzione, è quella di colpire la palla e fermarla nello spazio tra i due oggetti più vicini, magari alternando gli obiettivi così da allenare anche l'adattamento ai putt di diverse distanze.

9 - Esercizio per allenare la precisione dei put medi

Il gate

esercizio del gateUtilizzando due oggetti che posizioneremo a metà lunghezza del colpo a formare una porta, possiamo allenarci sulla precisione dei put medi ma anche sul corretto allineamento. Possiamo variare la posizione del gate mettendolo più o meno vicino al target. Più lontano si troverà il gate da noi e più sarà difficile passarci in mezzo.

10 - Esercizio di strategia e visualizzazione

Lo slalom

esercizio slalomQuesto è un esercizio che trovo estremamente divertente e utile anche per i bambini. Posizionate qualche ingombro sul tappeto tra la palla e la buca. Il gioco consiste nel colpire la pallina e, facendo lo slalom tra i vari ingombri, colpire il nostro target col minor numero di colpi, senza mai colpire uno degli ingombri e senza uscire dal tappeto (fuori limite).

Lo stesso esercizio lo potrete alternare da un lato e dall'altro. Questo vi permetterà di allenare la capacità di visualizzare il colpo e di colpire la palla ogni volta con l'intensità desiderata. 

Qui trovi un video dove, in soli 5 minuti, ti mostro questi semplici esercizi. A questo punto non mi resta che augurarvi un buon allenamento, divertente ed efficace, nel vostro tappeto di casa. 

Autore: Guido Caneo
NON CI SONO ANCORA COMMENTI
batterie golf
Accetta tutti i Cookie
Preferenze Cookie