IL DRAW E IL FADE NEI COLPI DA GOLF: ECCO UNA SPIEGAZIONE DI COME ESEGUIRLI

Sono tra i colpi preferiti dai migliori giocatori

Draw e fade sono due traiettorie che abbiamo volutamente trascurato nella pagina precedente perchè meritano di essere esaminate a parte, in questa pagina di approfondimento.
Di fatto, il draw e il fade sono due traiettorie volontarie, che si differenziano dalle altre traiettorie descritte in precedenza (con esclusione della palla dritta), per il fatto di non divergere, ma convergere verso l'asse della bandiera. Inoltre il draw e il fade sono due colpi con curvature molto lievi: in sostanza il draw possiamo considerarlo un push-hook molto lieve, e il fade un pull-slice molto lieve.

Il draw

il draw>IL DRAW: la pallina parte a destra, e poi curva a sinistra verso l'obiettivo.

L'articolo continua dopo il banner

Il fade

fade IL FADE: la pallina parte a sinistra e poi curva a destra verso l'obiettivo.

Perché i giocatori professionisti decidono di eseguire una delle due traiettorie convergenti ?

Per comprendere bene le caratteristiche di queste due traiettorie occorre considerare che il gioco del golf è un gioco d'imperfezione, basato sulla continua negoziazione del minor margine di errore.

Ne consegue che anche per la traiettoria della palla è pressoché impossibile mantenere costantemente, da quando parte a quando atterra, un asse perfettamente dritto. Si avrà quasi sempre un effetto laterale, seppur minimo. Così si può anche affermare che ogni swing avrà la tendenza a creare un volo di palla tendente a volare da destra a sinistra o da sinistra a destra. Premesso che fisicamente il colpo da golf perfetto è il colpo dritto, poiché soddisfa appieno le due "D" caratteristiche del golf (distanza e direzione), i giocatori di torneo traggono vantaggio dall'immaginare ed eseguire una traiettoria con una curvatura per escludere l'altra ed ottenere con ciò maggiori garanzie di non terminare in un ostacolo laterale. La storia del golf racconta di giocatori che hanno vinto molto con entrambe le traiettorie: Jack Nicklaus aveva un fade naturale, come Ben Hogan, Colin Montgomerie e il più recente Bubba Watson. Tra gli amanti del draw, invece, ci sono campioni del calibro di Bobby Locke (che giocava un gancio accentuato), Walter Hagen, Rickie Fowler e Ballesteros.

Ora, come abbiamo detto prima, il colpo dritto sempre in asse con la bandiera in ogni istante della traiettoria è anche il più idoneo a conservare la potenza impressa alla palla, poiché ogni digressione dalla linea di tiro e dalla traiettoria del bastone, costituisce una dispersione di potenza. Ne consegue che più l'effetto è pronunciato e maggiore sarà la dispersione di potenza della pallina. Per questo fatto nel draw e fade l'effetto laterale della pallina è assolutamente minimo, diversamente dai colpi "agganciati"(hook) o "tagliati" (slice). La traiettoria di un draw o di un fade dovrebbe essere molto lieve, percepibile solo dal giocatore o da chi si trova molto vicino alla sua linea di tiro.

COME SI ESEGUE UN DRAW?

Per eseguire un draw il giocatore modificherà l'allineamento in posizione di partenza mirando con le linee del corpo a destra della buca. Questo allineamento determinerà una traiettoria della testa del bastone dall'interno verso l'esterno. La faccia del bastone, al momento dell'impatto, dovrà essere aperta rispetto al bersaglio, ma chiusa rispetto alla traiettoria interno-esterno della testa del bastone.

COME SI ESEGUE UN FADE?

Per eseguire un fade andrà applicata la procedura opposta a quella del draw. Il giocatore si posizionerà sulla pallina con le linee del corpo che puntano a sinistra rispetto al bersaglio. Questa posizione del corpo determinerà una traiettoria della testa del bastone sulla palla che taglierà la linea palla-buca dall'esterno verso l'interno. la faccia del bastone, al momento dell'impatto con la palla, dovrà essere chiusa rispetto all'obiettivo, ma aperta rispetto alla traiettoria esterno-interno della testa del bastone.

Go to HOME
CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO